7000 Punti di Ricarica nel mondo targati In-Presa

Elettro News pubblica l’ importante traguardo raggiunto dai controllori della serie Max di In-Presa

Raggiunto un importante traguardo per i controllori della serie Max di In-Presa, il brand di Generale Sistemi Srl (Prato), dedicato alla Ricarica Veicoli Elettrici. Attraverso il proprio network e quello dei propri MVC In-Presa ha diffuso un totale ad oggi di 7200 Punti di Ricarica.

Si tratta di una cifra rilevante, quasi un 8%, sul mercato Europeo dei sistemi di Ricarica Pubblici. Soprattutto entusiasmano le previsioni supportate da questi dati alla luce di una crescita degli ordinativi che supera l’incremento annuo di oltre il 50%.

Evidente la soddisfazione dell’azienda dichiarato dal Marketing Manager Simone Melani: «La diffusione geografica di EV Charger che utilizzano la nostra intelligenza – dalle Colonnine ai Wallbox fino ai sistemi per EBike – ha raggiunto un livello globale con l’adesione completa ai più diffusi standard infrastrutturali come ad esempio il linguaggio OCPP. Riceviamo richieste di integrazione e sviluppo da tutto il mondo, dalla Thailandia al Brasile, dalla Cina alla Gran Bretagna ciò nonostante riusciamo a mantenere anche il rapporto diretto con le piccole e medie realtà italiane, dal singolo Energy Manager alle società di Ingegneria ed Installazione fino alla Multi-utility interessate ad inserirsi nel business della Mobilità Elettrica. Proprio per queste realtà stiamo valutando Business Plan dedicati. Attualmente nel mondo la ricarica di migliaia di Auto Elettriche è disponibile grazie ai nostri controller e contiamo di raddoppiare questo dato già entro i prossimi 18 mesi. Soprattutto questo dato ci permette di vantare un esperienza nel settore della EMobility davvero significativa, rendendoci un attore di sicuro interesse per la consulenza su piani industriali votati all’ingresso nel Mercato del EV- Vehicles».

La storia dei controllori della linea Max è in gran parte la storia del brand In-Presa, inizialmente con le varie prototipazioni fino al primo successo ottenuto con l’industrializzazione del modello Max2 dedicato alle colonnine elettriche grazie alla gestione contemporanea di due punti di ricarica.

Molte le variabili e customizzazione che sono seguite e sono tutt’ora in corso. A seguito della maturità del mercato si sta diffondendo ad oggi una più razionale attenzione per i sistemi Wallbox rispetto alla colonnina stradale ed è quindi sorta l’esigenza di un controllore razionalizzato per la singola presa come la MAX1. Il motivo di questa affermazione risiede secondo il reparto R&D dell’azienda nel prodotto stesso.

Confrontati ai prodotti concorrenti i controller della serie Max riescano a fornire una serie di funzionalità estremamente complete anche nelle versioni base. Dalla gestione di autenticazione RFID ai Misuratori di Energia, I/O digitali, Display LCD, controllo blocchi presa e alimentazione di backup alla più completa predisposizione di interfacce e bus di comunicazione a oggi disponibile, il tutto con un qualità garantita dalla caratteristica 100% Made in Italy.

«Quello di oggi è quindi un importante pietra miliare che merita di essere festeggiata. Non è però il reale obbiettivo che da sempre, per la nostra azienda, è quello di restare il punto di riferimento che accompagni la lenta ma evidente razionalizzazione del mercato in tutti i suoi aspetti, dagli standard normativi a quelli relativi alle prese e spine, dai veicoli ai protocolli di comunicazione. Sono perciò in avanzato stato di progettazione le ulteriori versioni di controller, totalmente modulari in grado di integrare aggiuntive funzionalità, anche di connettività ampliando la gamma di servizi on board dal Power Management fino alla gestione APP ed SMS» coglie l’occasione per anticipare il CEO di Generale Sistemi Adolfo Deltodesco.

Degno di nota un aspetto non scontato della filosofia di In-Presa. La realtà pratese non si è limitata al singolo prodotto industrializzato ma ha portato avanti linee di prodotti aggregati e soprattutto soluzioni dedicate al massimo sfruttamento dei propri dispositivi.

Stazioni di ricarica Custom quindi ma anche linee dedicate al Car Sharing e Bike Sharing aziendale, strutture chiavi in mano come Pensiline e barre di ricarica fino a grandi progetti come Solar Bike Station. Grazie ai controller ed ai prodotti e progetti collaterali (Server, Connettività, Piattaforme, Stazioni di Ricarica, Piani Mobilità ecc…) l’esperienza della PMI toscana si attesta come una delle più singolari best–practice nell’ormai strategico Market della Green Mobility.

Leggi l'articolo

Prato 04-09-2017